38enne indiano arrestato: aveva più di 20 kg di bulbi essiccati di papavero da oppio in un box

1' di lettura 05/02/2021 - La segnalazione, giunta alla questura di Roma grazie all'applicazione YouPol, segnalava un'attività di spaccio all’interno di un complesso di autorimesse e gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Tuscolano, sono andati subito a verificare l’indicazione anche con il prezioso aiuto del cane antidroga Condor.

Taxi e vetture private dalle quali venivano scaricati e depositati scatoloni per poi allontanarsi e tenere sotto controllo il box, che era chiuso con un lucchetto di grosse dimensioni, ma da subito il cane Condor ha segnalato, al suo conduttore, la presenza di sostanza stupefacente. Presi contatti con il proprietario del box, quest’ultimo ha riferito agli agenti di averlo ceduto in locazione ad un cittadino di origini indiane residente a Nettuno, ma di fatto domiciliato proprio nelle vicinanze del locale.

Rintracciato presso l’abitazione ed identificato per S.K.S di 38 anni con precedenti di polizia specifici, sin da subito si è mostrato teso e nervoso negando ai poliziotti di aver preso in affitto il box. Accompagnato nel locale una volta entrati gli agenti hanno avuto la conferma della presenza di droga: 5 scatoloni riportavano il nominativo dell’arrestato con dentro numerose buste di colore nero contenenti contenenti i bulbi.

La droga veniva sequestrata ed inviata per ulteriori analisi presso la Direzione Centrale Anticrimine, Servizio Polizia Scientifica ed ultimati gli atti, per il 38enne sono scattate le manette per detenzione ai fini di spaccio e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato accompagnato presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del processo per direttissima.






Questo è un articolo pubblicato il 05-02-2021 alle 20:23 sul giornale del 08 febbraio 2021 - 217 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bMML





logoEV