Tor Bella Monaca: rubavano scooter e li rivendevano a pezzi su internet. Fermati dalla Polizia 2 giovani

1' di lettura 09/02/2021 - Scandagliando i social e le varie piattaforme di vendita on-line tra privati, la Polizia di Stato ha individuato 2 ragazzi che vendevano a pezzi i ciclomotori rubati.

Gli investigatori del VI Distretto Casilino, diretto da Michele Peloso, durante un’indagine hanno riconosciuto ed individuato una “vecchia conoscenza” che vendeva su internet le singole parti di uno scooter rubato qualche giorno prima.

I poliziotti si sono appostati nei pressi di un garage di via dell’Archeologia ed hanno visto arrivare il sospetto, tra l’altro già sottoposto alla misura dell’obbligo di presentazione alla PG, in compagnia di un altro ragazzo, a bordo di un SH 150. A quel punto gli agenti sono intervenuti bloccando i due giovani. Lo scooter era stato appena rubato nella zona del Colosseo.

Le successive perquisizioni hanno permesso di recuperare 4 caschi, vari arnesi atti allo scasso – in particolare un “ponticello elettrico” usato per far accendere le moto senza la loro chiave - e decine di chiavi di ciclomotori, per lo più a marca Honda.

Al termine della procedura di identificazione, i due giovani sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria e lo scooter rubato è stato restituito al proprietario.






Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2021 alle 12:15 sul giornale del 10 febbraio 2021 - 125 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bNcL





logoEV