Arrestati 2 italiani e denunciato un terzo, sequestrati oltre 37 kg di hashish

2' di lettura 25/02/2021 - Gli agenti dei “Falchi” della Sesta Sezione “Contrasto al Crimine diffuso” della Squadra Mobile della Questura di Roma, ha arrestato due italiani e denunciato un terzo uomo, sequestrando in due distinte operazioni mirate un ingente quantitativo di sostanza stupefacente, pari a oltre Kg 37 di Hashish

Nella prima operazione, nella zona di Valle Martella, Comune di Zagarolo, a seguito di specifici e continui pedinamenti, gli agenti hanno raccolto elementi tali da far ritenere possibile che, in un magazzino in zona, fosse occultata un’ingente quantità di sostanze stupefacenti. In effetti i militari, dopo aver fatto irruzione all’interno del capannone, in uso esclusivo ad un 55enne incensurato, hanno rinvenuto 270 panetti circa di sostanza stupefacente tipo Hashish, custoditi all’interno di due borsoni, per un peso complessivo superiore ai 35 Kg. L’uomo é stato tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotto presso la Casa Circondariale di Lanciano a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nella seconda operazione, in zona Tuscolana – Arco di Travertino, anche qui, dopo un'attento attenzionamento del territorio e specifici pedinamenti, é stata messa sotto controllo una Fiat 500, adibita al servizio di car sharing, verso un’abitazione in zona. Dall’auto sono stati visti scendere, per diversi giorni, due soggetti che, con un bustone pieno in mano, si dirigevano verso un’abitazione lasciandoci la merce, per uscire poco dopo, a mani vuote. I poliziotti, ritenendo che nell’edificio fosse stata adibita una base di spaccio, sono entrati all’interno della casa, in uso esclusivo ad un cittadino calabrese, pluripregiudicato, ed hanno trovato e sottoposto a sequestro 1 kg circa di Hashish, suddiviso in numerosi panetti.

Dalle verifiche effettuate é risultato che il pluripregiudicato, inoltre, aveva in uso anche un box, dove occultato all’interno della sella di uno scooter, è stato scovato un ulteriore kilogrammo e mezzo di Hashish, anch’esso già suddiviso in singoli panetti e pronto per essere trasportato. Visto quanto sopra il 40enne calabrese è stato tratto in arresto e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari nel suo Comune di residenza in Calabria con braccialetto elettronico, mentre il secondo uomo, un 33enne anche lui pluripregiudicato, è stato deferito in stato di libertà per il medesimo reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.






Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2021 alle 18:53 sul giornale del 27 febbraio 2021 - 230 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bPXf