“Something beautiful”: alla Galleria “La Pigna”, successo della mostra organizzata dall‘UCAI, Unione Cattolica degli Artisti Italiani

1' di lettura 26/02/2021 - Alla Galleria d’arte “La Pigna”, nel cortile del Palazzo dell’Opera Romana Pellegrinaggi in Piazza della Pigna, vicino Largo Argentina, successo della mostra “Something beautiful”: che è stata inaugurata ufficialmente - nel rispetto delle norme anti-Covid – con la partecipazione d’ un pubblico attento, visibilmente felice di assistere in presenza a un evento culturale importante, dopo mesi di streaming e “webinar”.

Anna Maria Borsatti, direttrice della galleria, in apertura ha riassunto brevemente le finalità della mostra: una collettiva cui partecipano vari artisti contemporanei, con opere ispirate ai temi piu’ diversi, a sfondo sia laico che religioso, ma accomunate dalla ricerca di forme e tonalità espressive originali, specie da un uso vivace del colore. Artisti sia italiani che dell’Europa orientale e di altri Paesi: con scelte stilistiche ricordanti, a volte, grandi come Picasso, Gauguin, Dalì, Guttuso. Una mostra, soprattutto, rientrante pienamente nello spirito della galleria e dell’ UCAI, l’Unione Cattolica degli Artisti Italiani (cui la galleria stessa fa diretto riferimento): l’associazione nata a Roma nel Dicembre 1945, da un’idea dell’allora Segretario di Stato vaticano,Mons.Giovanni Battista Montini,l’uomo che poco tempo prima, con Papa Pio XII, aveva dovuto fronteggiare, in “Roma nazista”, uomini come Kappler, Dollmann, Maelzer. E che, a guerra appena finita, invito’gli artisti ad unirsi per contribuire validamente alla ricostruzione morale del Paese, riattivando nelle coscienze il senso del trascendente, del buono, del bello.

A questa mostra seguiranno, in marzo, altre importanti iniziative culturali: con la prevista partecipazione, tra l’altro, del “mostro sacro” (nonché, come ora ufficialmente confermato, aspirante sindaco di Roma) Vittorio Sgarbi.








Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2021 alle 11:55 sul giornale del 27 febbraio 2021 - 127 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bP3M





logoEV