Sociale: al via intesa con Medicina Solidale per servizio di tutela della salute dei minori sotto al colonnato di San Pietro

4' di lettura 28/02/2021 - Roma Capitale e l’Istituto di Medicina Solidale hanno firmato un protocollo d’intesa per sostenere il nuovo servizio gratuito per la tutela della salute e il sostegno riabilitativo dei bambini e dei giovani minorenni sotto al colonnato di San Pietro.

Il servizio, sviluppato in collaborazione con l’Elemosineria Apostolica e l’associazione Dorean Dote, è ospitato presso l’ambulatorio “Madre della Misericordia”, sotto al colonnato di San Pietro, attivo il giovedì dalle ore 14 alle ore 17, ed è possibile contattarlo al numero fisso 06.58365084. L’obiettivo è potenziare il sostegno alle persone di minore età che sono in situazioni di disagio sociale o vulnerabilità, prevedendo azioni mirate alla salvaguardia dello sviluppo psico-evolutivo di ciascuno.Il servizio prevede la presenza presso l’ambulatorio di una équipe specializzata composta da pediatri, neuropsichiatri, psicologi dell’età evolutiva, fisioterapisti, educatori e mediatori sociali, sostenuti dalla Elemosineria Apostolica e dall’Istituto di Medicina Solidale, in grado di rilevare i bisogni dei fanciulli ed adolescenti ed attivare azioni di supporto mirate e multidisciplinari, a livello centrale e territoriale, sotto il coordinamento del Dipartimento Politiche Sociali di Roma Capitale. Inoltre sarà portato avanti, parallelamente all’attività, uno studio degli impatti psicologici e neuropsichiatrici che l’esposizione a situazioni di disagio sociale o vulnerabilità genera nello sviluppo psicofisico di infanti e adolescenti, al fine di implementare buone prassi nei servizi offerti e nella programmazione degli interventi sul territorio cittadino.

“Rafforzare la collaborazione con le associazioni e gli enti che agiscono sul nostro territorio per il bene comune è un impegno fondamentale che portiamo avanti come Amministrazione. Grazie a questo protocollo, uniamo le forze per la tutela della salute dei bambini e dei giovani minorenni, andando a consolidare buone pratiche da diffondere e da valorizzare nei servizi”, dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi. Si amplia così la collaborazione tra Roma Capitale e Istituto di Medicina Solidale, dopo la firma già avvenuta del protocollo d’intesa che coinvolge anche IFO - Regina Elena e San Gallicano per la tutela della salute delle persone senza dimora e in condizioni di estrema fragilità. “Fare rete, valorizzando le risorse e le peculiarità di ciascuno, è l’arma vincente per sostenere chi si trova in condizioni di fragilità, lo è sempre stata e lo è ancora di più oggi che affrontiamo le conseguenze dell’emergenza sanitaria da Covid-19. Per questo come Amministrazione abbiamo sviluppato una serie protocolli, su diversi fronti, rafforzando così i progetti con enti e associazioni pronti a collaborare nell’ottica comune di migliorare i servizi ai cittadini e di svilupparne anche di nuovi e innovativi per accogliere le difficoltà emergenti in questa fase. Con l’accordo per rafforzare il servizio a tutela della salute dei minorenni sotto al colonnato di San Pietro, aggiungiamo un altro importante tassello a questo percorso”, dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.

Attraverso questo nuovo servizio si rafforza inoltre l’impegno già portato avanti dall’Istituto di Medicina Solidale, in collaborazione con l’Elemosineria Apostolica e l’associazione Dorean Dote, presso il centro diurno polivalente per la tutela e la cura dell’infanzia vulnerabile “Fonte di Ismaele”, realizzato nel 2019 presso l’Istituto San Giovanni Bosco e che ad oggi ha già preso in carico 40 bambini e dove è attivo il servizio gratuito per la tutela della salute e il sostegno riabilitativo dei bambini e dei giovani minorenni il mercoledì, giovedì e venerdì dalle ore 9 alle ore 17. “L’Ambulatorio Madre della Misericordia è ormai un luogo di speranza e di accoglienza voluto da Papa Francesco ed è dedicato ai più fragili, agli ultimi, a quelli che non hanno voce. Con l’apertura di questo nuovo servizio cerchiamo di dare una risposta professionale e di cuore al dramma dell’infanzia in difficoltà e marginalizzata. Da noi vogliamo che il bambino riacquisti il ruolo di persona con i suoi diritti e desideri. Una società che si voglia dire moderna, sviluppata e democratica non può ignorare il grido di tanti bambini che soffrono anche nella nostra città. Per questo ringrazio il Papa per averci sostenuto attraverso i cardinali Krajewski e Lojudice in questa nuova missione nel cuore di Roma”, spiega la coordinatrice dell’Istituto di Medicina Solidale Lucia Ercoli.






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2021 alle 14:59 sul giornale del 02 marzo 2021 - 233 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bQiH





logoEV