Dal 20 al 30 marzo, alla Garbatella, 6 autrici/ori raccontano in foto questo storico quartiere romano

2' di lettura 10/03/2021 - "10b Photography" presenta il primo ciclo del progetto triennale "Garbatella IMAGES", intitolato "VISIONI", con la direzione artistica del fotografo Francesco Zizola e a cura di Sara Alberani, storica dell'arte e curatrice indipendente di iniziative culturali, e dell' Art Director Francesco Rombaldi.

Dal 20 al 30 marzo, saranno in mostra le opere fotografiche inedite di 6 autrici/autori, presso lo studio fotografico "10b photography" di Via S. Lorenzo da Brindisi e nei lotti 24, 29, 30 e 55 del quartiere Garbatella. Il progetto rappresenta il primo capitolo di un percorso che si svilupperà in tre anni, e che affronterà le tematiche Visioni, Corpo e Spazio. Promosso da Roma Culture, questo progetto è vincitore dell'Avviso Pubblico "Contemporaneamente Roma 2020/2021/2022", curato dal Dipartimento Attività Culturali di Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con la SIAE.

La Garbatella - il cui nome, cosa che pochi sanno, deriva dalla presenza nell'Ottocento, in questa zona di Roma, all'epoca quasi totalmente campagna, di un'ostessa particolarmente gentile ed educata - è quartiere ricco di memorie storiche. che da pochi anni ha festeggiato il centenario della fondazione (primissimi anni '20). Il primo capitolo di questa ricerca triennale sul quartiere, "VISIONI", si concentra sull'immaginazione e sulle potenzialità creative del linguaggio fotografico in relazione appunto a questa zona dell'Urbe, così ricca di un immaginario legato al suo patrimonio storico, sociale, architettonico (immaginario alimentato anche dall'esser stata, la Garbatella, set di produzioni cinematografiche e tv di valore, da "Caro diario" di Nanni Moretti alla serie "I Cesaroni".

Il territorio viene reinterpretato dalle fotografe/i selezionati – Mary Baldo, Luca Brunetti, Luigi Cecconi, Simone D’Angelo, Federica Leone, Linda Pezzano - attraverso i nuovi linguaggi della fotografia contemporanea. Per un lavoro capace di "riabitare" lo spazio urbano della città-giardino (tale è stata sempre la Garbatella, insieme all'altro analogo quartiere di Montesacro, che però è di pochi anni posteriore), di catturare suggestioni invisibili o profondamente radicate, di costruire una realtà “altra”, filtrata dalle narrazioni collettive e personali degli autori e degli abitanti. I temi di indagine spaziano dal lavoro sugli archivi fotografici personali degli abitanti, allo scenario notturno dei lotti, particolarmente suggestivo, dalle storie femminili che ne han disegnato il carattere sociale agli elementi marini che ne compongono la storia urbana: sino a una specifica indagine sulla vita in un lotto per un periodo forzato e continuativo, data l’impossibilità di movimento ai tempi del lockdown.






Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2021 alle 09:16 sul giornale del 11 marzo 2021 - 148 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bRRR





logoEV