Zingaretti: ecco il patto di fine legislatura

2' di lettura 16/03/2021 - "Noi vogliamo che il Lazio diventi un laboratorio di buona politica per l'Italia". Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato al Consiglio regionale, presieduto da Mauro Buschini, il nuovo patto di fine legislatura che sancisce l'allargamento della maggioranza al Movimento 5 stelle.

"Si tratta di un passaggio non formale, politicamente di grande rilevanza, che segnerà lo nostra azione politica nei prossimi mesi – ha proseguito Zingaretti - L'Italia ha bisogno di cose chiare nette, comprensibili: dobbiamo lavorare su due fronti, fermare la pandemia e al tempo stesso creare lavoro e benessere. Serve un nuovo modello di sviluppo, che deve essere fondato sulla sostenibilità".

Il presidente ha poi ripercorso i primi anni di questa legislatura, caratterizzata dalla mancanza di una maggioranza consiliare, rivendicando "il confronto continuo con tutte le forze politiche". Un percorso che, adesso, arriva a un "punto di svolta: serve un cambio di passo, a questo puntiamo con l'allargamento della maggioranza attraverso l'accordo programmatico con il M5s, Un accordo che nasce alla luce del sole, dal confronto anche duro, di opposizione, che abbiamo avuto nei mesi passati".

Zingaretti ha quindi illustrato i cambiamenti che vengono introdotti nella Giunta, con il passaggio dell'ex assessore al Bilancio, Alessandra Sartore, al Mef, e l'avvicendamento di Giovanna Pugliese che d'ora in poi si occuperà di cinema e audiovisivo, ma non sarà più assessora.

Nella Giunta entrano due consigliere del M5s: Roberta Lombardi, con le deleghe alla transizione e trasformazione ecologica e digitale, e Valentina Corrado, con le deleghe per turismo e enti locali.

Wanda D'Ercole diventa, inoltre, direttore generale della Regione Lazio. Infine, vengono aggiornate le deleghe di altri assessori: al vicepresidente Leodori vanno la programmazione, il bilancio, il demanio, a Di Berardino il personale, a Onorati le pari opportunità, a Troncarelli i beni comuni, a Orneli università e conoscenza.

Il presidente Zingaretti ha, infine, sommariamente illustrato i 15 grandi ambiti di azione compresi nel patto di legislatura: sostenibilità, ambiente, diritto alla salute e all'assistenza, welfare e politiche di prossimità, sviluppo e ricerca, accesso al credito, agricoltura, turismo e cultura, connettere il Lazio, politiche di genere, riorganizzazione delle autonomie locali, diritto all'abitare, contrasto ai fenomeni criminali, nuova programmazione europea 21-27.

Dopo le comunicazioni del Presidente è iniziato il dibattito.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2021 alle 11:27 sul giornale del 17 marzo 2021 - 130 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, comunicato stampa, Consiglio Regionale del Lazio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bSOI