Covid: Roma, prorogata stretta su vendita alcol in minimarket

1' di lettura 07/04/2021 - "Considerato l'andamento dei contagi, si rende infatti necessaria la conferma di tutte le misure utili per il contenimento del Covid-19 e in particolare di quelle finalizzate ad evitare assembramenti, soprattutto nelle zone della movida", spiega il Comune

Prorogato fino al 30 aprile, attraverso una nuova ordinanza della sindaca Virginia Raggi, il divieto di vendita di bevande alcoliche e superalcoliche dopo le ore 18, e fino alle 7 del mattino successivo, nei cosiddetti minimarket, negli esercizi di vicinato e nei distributori automatici, con esclusione delle enoteche e delle attività al dettaglio con codice Ateco 47.25. Lo comunica il Campidoglio.

"L'andamento della pandemia ci impone di mantenere ancora in vigore le misure necessarie per prevenire l'aumento dei contagi a tutela di tutti i cittadini. È importante tenere alta la guardia, essere pazienti e responsabili, come lo siamo stati fino ad ora. Il divieto di vendita e asporto di alcolici e superalcolici nei minimarket, nelle ore serali, si è dimostrato un provvedimento efficace per evitare il rischio di assembramenti, oltre a impedire una concorrenza sleale in questa delicata fase economica.

Per questo abbiamo deciso di prorogarlo", dichiara la sindaca di Roma Virginia Raggi.






Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2021 alle 00:22 sul giornale del 08 aprile 2021 - 204 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bWg1