A Piazza Navona, il vecchio Caffè "Barocco" rinasce come "Camillo", puntando su buona cucina, inventiva e senso artistico

2' di lettura 05/05/2021 - A Piazza Navona, il Caffè "Barocco" era uno dei tanti ristoranti romani per turisti; con conti salati, pagati non per la qualità del cibo, ma per il superlativo panorama. Tutto è cambiato da marzo 2020, quando, con l'epidemia, il turismo internazionale ha frenato fino allo stop completo. La famiglia De Sanctis, proprietaria del locale, già aveva in progetto un passaggio di consegne alla generazione dei ragazzi: l’emergenza pandemica ha accelerato le cose. Tommaso e Filippo De Sanctis hanno così preso in mano il Caffè Barocco e l’han trasformato in "Camillo", in onore d'un vecchio avo.

I due sono riusciti in brevissimo tempo a riportare i romani a mangiare a Piazza Navona, a prendere un aperitivo, a passare una mattinata, a darsi un appuntamento per un pranzo di lavoro. Combinando insieme piu' fattori: piatti nuovi, esteticamente ma, soprattutto, gastronomicamente, validi, materie prime freschissime, prezzi abbordabili anche per le clientele giovanili. E poi, l'intervento dell'arte: “Lo vorrei bruciare tutto e poi accogliere i commensali in uno spazio carbonizzato. Oppure te lo dipingerei completamente di rosa“, disse tempo fa ai fratelli De Sanctis l'artista Gianni Politi (classe 1986), guardando gli spazi interni del locale. Oggi, in attesa dell’inaugurazione ufficiale, gli interni di "Camillo" sono già una gigantesca installazione di Politi: pareti rosa, soffitti rosa, pavimento, boiserie, lampadari, lampadine, quadri. Tutto rosa: un forte segnale di speranza nel futuro, nella ripartenza di Roma e di tutto il Paese, E il colore, all’imbrunire, grazie a un sapiente sistema illuminotecnico, fuoriesce - per così dire -.dal locale , fondendosi con le tipiche tonalità del tramonto romano.La vicenda di questo ristorante è un chiaro esempio, osserviamo, di come la sospirata rinascita dopo la pandemia non può prescindere dal mix tra capitale, innovazione (tipica del genio italiano) e senso artistico.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2021 alle 10:47 sul giornale del 06 maggio 2021 - 135 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1KA





logoEV