Calcio: a Roma Eur grande successo del Memorial del romanista Giovanni Bertini, organizzato dalla Nazionale Old Italia

5' di lettura 22/06/2021 - A Roma, grande manifestazione sportiva in memoria di Giovanni Bertini, mitico difensore per la Roma, la Fiorentina, il Catania e altre importanti squadre, scomparso nel 2019 per sclerosi laterale amiotrofica (patologia che, negli ultimi anni, per cause difficili da identificare, sta diffondendo particolarmente tra i giocatori di calcio, mietendo spesso vittime).

Il Memorial è stato organizzato da Andrea Mancinetti, già amico personale di Bertini, giocatore già del Rieti, ora Presidente e allenatore della Nazionale "Old Glory Italia": squadra formata da giocatori over 50, che anima regolarmente incontri di calcio a fini di beneficenza e solidarietà.

In un campo sportivo dell' EUR, sotto un sole impietoso, Benedetta, figlia di Giovanni, e Maurizio Rossi, l'amico di sempre, già giocatore e capitano della Lazio, han dato il calcio d'inizio. Con parole commoventi, Benedetta ha ricordato le gesta del padre quando giocava, e la sua lotta, negli ultimi anni, contro il "male oscuro" della SLA. combattuta con dignità da leone. "Per me, Giovanni Bertini", dice Andrea Mancinetti, allenatore della "Old Italia", "oltre ad essere il nostro testimonial è davvero il nostro campione, sempre nei nostri cuori. Presto, con Benedetta organizzeremo la "partita del cuore", per raccogliere fondi appunto contro la SLA: è un progetto cui Giovanni teneva particolarmente, e che senz'altro realizzeremo entro Dicembre prossimo, per il secondo anniversario della sua morte".

Ma veniamo alla partita: si fronteggiavano le 2 squadre, A e B, in cui Mancinetti ha diviso per l'occasione la "Old Italia". Dopo il pareggio 3 -3, ha vinto ai rigori la Nazionale A, guidata da Crocchianti; mentre, nella B, giocava anche Ennio Trovandi, attore di cinema ("Amici miei", "Sapore di mare"), a suo tempo grande amico di Bertini. Da segnalare, ottimo nel ruolo di centrocampista, Ranalli, autore d' una pregevole "tripletta" ("che, tornato in forma, utilizzerò senz’altro per i prossimi impegni", precisa Mancinetti). Buona anche la prova di De Francesco, tornato alla sua forma migliore; mentre ancora assente Puoti, per un fastidioso infortunio (il forte centrocampista sarà presente, però, al prossimo torneo di Ascoli Piceno del 16- 17 luglio). Reduce da un infortunio era anche Villani, ora di nuovo in forma; mentre, per la squadra A, buone senz’altro le prestazioni non solo di Crocchianti, ma anche di Festuccia, 2 settantenni che Mr. Mancinetti mette in campo orgogliosamente.

"Ottimo - precisa Mancinetti - anche il rientro in gioco di Carlo Tiradossi, Presidente dello Sporting Club Aprilia: dopo il recente infortunio;ha giocato una grande partita, e prevedo che, al prossimo Torneo di Sanremo, sarà senz'altro tra i protagonisti. Anche le prove di Mastrodonato e Figurelli, Ianni e Turchi lasciano ben sperare, per i prossimi impegni della Old Italia: che dopo questi bellissimi Memorial di Palombara (del 13 giugno, per gli altri 2 calciatori Paolo Mancinetti ed Ennio Bevilacqua, organizzato da Renato Campagna, dirigente del Palombara, N.d.R.) e di Roma per Giovanni, dovrà affrontare la serie dei tornei estivi".

"Si comincia - prosegue Andrea - con quello over 60 di Sanremo (partenza venerdì 25 giugno, e sabato subito esordio con il Torino, e poi le altre squadre Cuneo, Sanremo e Padova). Ma sono molto fiducioso", prosegue Mancinetti, “perchè la Old Italia è davvero un bel gruppo. Altro momento importante sarà a Rieti il 3 luglio, al campo Tudini in Via Fratelli Cervi: alle 16, infatti, tra Nazionale Old Italia A e B, si giocherà l'incontro in memoria di Adriano Ciaramelletti, fratello del nostro Presidente onorario Renato. E alle 17, l'altro importante Memorial di Marcello Alberici: l'uomo che mi ha cresciuto calcisticamente. portandomi, a suo tempo, a tanti tornei in tutta Italia, e trasmettendomi, in seguito, l'idea che, dopo i 50 anni, se vuoi continuare a giocare, è giusto farlo solo per un fine altruistico, di solidarietà coi piu' deboli (nel 1999, così, a Palombara organizzammo la prima partita a scopo di beneficenza, un Memorial cui parteciparono anche giocatori del calibro di Zoff, Chinaglia, Bruno Conti, e altri)".

"Il primo Memorial di Alberici - è la commossa rievocazione di Andrea - fu vinto dalla Viterbese; il secondo, a Tuscania, da noi della Old Italia: il terzo, a Marino, ancora da noi, e il quarto, a Trevi nel Lazio, dalla Procalcio Over Ascoli. Ora, questo quinto Memorial di Rieti si giocherà tra noi di Nazionale Old Italia e le 2 squadre picene Procalcio Over Ascoli e Picena Sport 1960 Ascoli, guidate da Gabriele Cinelli (che, presumo, punta a confermare il trofeo vinto a Trevi appunto nel IV Memorial). A Rieti per questo V Memorial saranno presenti molti ex -giocatori di Alberici, come Nunzio Rucci, capitano del Rieti, Santoboni, Cignitti, De Masi, Cagnin, Daldi, De Pelo, Pezzotti Dino, Passarani, Sebastiani, Vincenzo Dionisi, e, naturalmente, il sottoscritto. Sarà presente la famiglia Alberici, con la figlia Francesca, la moglie Tina, Silvia e il suo nipotino; e interverranno anche altri grandi giocatori, come Regoli, Carli, Rossi, Vento, Fabeni, Addari, Mulè, Venditti, Camillo, Genchi, Fabbri, e tanti altri".

"Infine, l'Ascoli con le 2 squadre che citavamo - conclude il Presidente dell'Old Italia - sarà protagonista del Torneo nella città picena del 16- 17 luglio, in una triangolare contro noi dell’Old Italia. In chiusura, un mio caro pensiero va sempre a Giovanni Bertini: mentre ringrazio tutti per la bellissima manifestazione di Roma, pienamente riuscita. Un grande abbraccio a Benedetta Bertini e a Maurizio Rossi”.






Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2021 alle 10:37 sul giornale del 23 giugno 2021 - 306 letture

In questo articolo si parla di sport, roma, lazio, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b75B





logoEV