Regione Lazio, sul PTPR botta e risposta tra Giunta Zingaretti e opposizioni

1' di lettura 21/07/2021 - Un piano paesistico per la tutela del territorio del Lazio, che preservi l'ambiente e anche l'identità del paesaggio della Regione. Questo sarebbe lo scopo essenziale del Piano Territoriale Paesistico Regionale del Lazio, approvato recentemente dalla Giunta Zingaretti (e commentato da questa testata). E così deve essere. hanno ribadito ultimamente sia l'assessore regionale all'Urbanistica, Valeriani, che il Presidente della Commissione, Urbanistica, Politiche abitative e Rifiuti della Regione, Cacciatore, e il consigliere del PD Panunzi.

Ma questi interventi - riferisce l' ANSA - sembrano quasi rispondere alle critiche fatte dalle opposizioni, anzitutto da Fabrizio Ghera, capogruppo di Fdi alla Pisana: "il Ptpr nasce male, dopo otto anni di mandato Zingaretti ha fatto approvare un Piano non condiviso. L'aula della Pisana non è mai stata coinvolta nel confronto Regione-Mibact, l'interlocuzione è avvenuta esclusivamente con la Giunta che tuttavia non è stata in grado di trovare un punto d'incontro con il Ministero",

Il dissidio col MIC (è questa la nuova, esatta definizione del ministero, "Ministero della cultura"), il quale inizialmente aveva bocciato - per i lati di sua stretta competenza - la bozza del PTPR, sembrerebbe ora sanato. appunto con le modifiche apportate al Piano stesso dalla Regione. Ma le critiche di FLDI riguardano soprattutto il metodo scelto da Via della Pisana per far passare la nuova versione del Piano: che, sempre secondo Ghera, "non ascolta le richieste dei Sindaci", e addirittura "sferra un durissimo colpo al tessuto imprenditoriale del Lazio".






Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2021 alle 10:09 sul giornale del 22 luglio 2021 - 129 letture

In questo articolo si parla di roma, lazio, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cbjw