Calci e pugni a due ragazze per rubare i cellulari, in manette una 16enne e una 18enne

1' di lettura 13/09/2021 - Sia le vittime, 19enni, che le due rapinatrici sono romane e giovanissime. Arrestate a Piazza Trilussa con ancora i cellulari rubati addosso.

Due ragazze romane, di 16 e 18 anni, sono state fermate e arrestate dai carabinieri di Roma Bravetta, per avere prima picchiato e poi rapinato dei cellulari, due ragazze 19enni. C'era anche un terzo complice, un ragazzo, che però é riuscito a fuggire. I militari si sono messi subito alla ricerca delle due ragazze, dietro alla descrizione delle due 19enni rapinate.

Le hanno scoperte in una stradina vicino a piazza Trilussa, con ancora i cellulari rapinati addosso, che sono stati restituiti alle legittime proprietarie. Delle due ladre, la 18enne é stata portata al carcere di Rebibbia, mentre la 16enne essendo una minore, é stata accompagnata al centro di prima accoglienza Virginia Agnelli. Una delle due ragazze aggredite, é stata accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli, ma é stata dimessa poco dopo, con una prognosi di 10 giorni per una contusione allo zigomo e trauma cranico non commotivo.

Sabato 11 settembre sempre a piazza Trilussa, un altro caso di rapina. E' stata derubata anche una studentessa 27enne di Anzio, ma grazie alla descrizione fornita dalla ragazza, i militari sono riusciti identificare subito l’autore del furto, un giovane tunisino che in un primo momento aveva dato false generalità.






Questo è un articolo pubblicato il 13-09-2021 alle 09:56 sul giornale del 14 settembre 2021 - 219 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ciRQ