A San Giovanni, Rocco Belfronte e Renata Polverini presentano altri candidati di Forza Italia per i Municipi I e VIII

4' di lettura 23/09/2021 - Prosegue la campagna sul territorio di Forza Italia per presentare agli elettori i candidati alle ormai prossime elezioni comunali e municipali di ottobre. Al Ristorante “Primizia” di Via Domenico Fontana, a San Giovanni, Rocco Belfronte, candidato di F.I. al Consiglio Comunale, con già esperienza precedente di consigliere nei primi anni Duemila, e Renata Polverini, presidente emerito della Regione Lazio, hanno presentato ufficialmente vari candidati, tutti con un forte raccordo col territorio di Roma e con la società civile.

“Perchè non dimentichiamo – ha sottolineato Belfronte – che, 5 anni fa, tanti romani votarono Cinque stelle proprio sentendosi ignorati dalla politica, chiusa in sé stessa. Sono proprio questi voti, che ora dobbiamo senz'altro recuperare”.

“Nettezza urbana, fognature, sicurezza dei cittadini intesa anche come maggior illuminazione notturna delle strade: ecco solo alcuni dei maggiori problemi di Roma. Dobbiamo fare, nella prossima Assemblea Capitolina, una vera battaglia di libertà, di democrazia, per la gente: perchè Roma possa tornare veramente a quello che è il suo ruolo naturale di “Caput Mundi”. Con poteri speciali per l'amministrazione comunale, ma anche Municipi dotati di vera autonomia finanziaria, che non siano piu' costretti a mendicare soldi dal Campidoglio”.

“A questi problemi – ha precisato Renata Polverini – dobbiamo aggiungere verde pubblico ancora trascurato (quando cade un albero a Roma, non viene mai ripiantato), trasporti che stanno come sappiamo, e tanti altri. Mentre – paradosso grave – i soldi per compiere tanti interventi indispensabili, a Roma, in realtà ci sarebbero, tra fondi del PNRR, fondi UE, ecc...: ma ci sono proprio perchè, a suo tempo, un gruppo trasversale di deputati e senatori romani (esclusi però i Cinquestelle) si è impegnato in questo senso; lavorando anche a preparare le proposte di legge per dare a Roma poteri speciali. Non scordiamo che Roma è una delle capitali europee piu' grandi, ed è anzi, come Comune agricolo, il piu' grande d'Europa: proprio mentre governava questa Giunta Raggi, poi, all'Urbe s'è aggiunto l'altro carico isituzionale dell'Area metropolitana (ancora rimasta, però, in gran parte sulla carta, N.d.R.)”.

Son rapidamente intervenuti i candidati consiglieri al I Municipio Giorgio Lamberti e Claudia Ricciardi. Lamberti, professionista con varie attività, ha centrato il senso della sua candidatura come volontà d' andare il piu' possibile incontro alle esigenze quotidiane dei cittadini: aprendo - già nel suo stesso studio in Piazza della Pigna - uno sportello di consulenze per chiunque avrà bisogno d'aiuto su temi amministrativi, societari, fiscali, ecc... Claudia Ricciardi ha narrato proprio le tante esperienze avute incontrando, con Lamberti, la gente del I Municipio: soprattutto anziani, che all'ente locale chiedono, logicamente, anzitutto servizi centrati sulla persona (derattizzazione di vari edifici, eliminazione delle barriere architettoniche,ecc..). "Ma dobbiamo pensare anche ai giovani: sarebbe splendido se, un domani, il I Muinicipio decidesse. ad esempio, di ricavare centri di assistenza sociale e di avviamento al lavoro da tanti edifici ora dismessi e del tutto inutilizzati, come le vechie caserme".

Magda Rocca, avvocato e docente universitario, coordinatrice nazionale del movimento femminile DC ( che è nella coalizione di Centrodestra con FI e UDC), ha sottolineato anzitutto il legame irrinunciabile tra impegno dei consiglieri e Costituzione. “Il I Municipio – ha ricordato – è davvero speciale, in quanto sede delle principali istituzioni, di molte ambasciate e ministeri, di monumenti straordinari e, non ultimo, del Vaticano. Ci attende un impegno fuori del comune, in primo luogo ripulire il Centro storico dall'immondizia e, soprattutto, consentire a quest'area di Roma, la piu' devastata, economicamente, dal flagello del Covid, di riprendersi. Ma vanno anche eliminate altre cose, dalle barriere architettoniche ancora esistenti alla situazione di tante case, affittate da organizzazioni straniere, che poi pagano le tasse nel loro Paese, ma non in Italia”.

Al Consiglio dell'VIII Municipio ( che ha quasi 150.000 abitanti) si candida, invece, Alessandra Imperiali, con formazione da sociologa, attualmente funzionaria presso la direzione centrale di un grande ente, militante in Forza Italia sin dagli inizi, nel lontano 1994 (“iniziai, pensate, lavorando per Publitalia, Gruppo Fininvest: vendendo gli abbonamenti a"Telepiu'”!). Impegnandomi in varie realtà di quartiere, sono riuscita a rendere piu' a misura d'uomo la vita nel Municipio, ad esempio facendo celebrare la Messa all'aperto,a giugno scorso, in chiusura dell'Anno liturgico. Se sarò eletta voglio portare avanti quelle che da sempre sono le battaglie essenziali di Forza Italia: riforma fiscale, con l'abbattimento delle tasse, tutela dei diritti delle donne, una vera politica di sostegno a maternità e infanzia, una giusta risposta alle esigenze degli immigrati extracomunitari disposti a inserirsi nella nostra società; senza, però, mai trascurare le esigenze, in primo luogo, dei cittadini italiani”.

Intervenendo in chiusura, Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, coordinatore romano del partito, ha fatto rapidamente il punto della situazione, a soli 12 giorni dalle elezioni del 3 ottobre.






Questo è un articolo pubblicato il 23-09-2021 alle 10:43 sul giornale del 24 settembre 2021 - 253 letture

In questo articolo si parla di attualità, roma, lazio, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ckD2