SEI IN > VIVERE ROMA > CRONACA
articolo

Scoperti dalla GdF 288 lavoratori irregolari nella logistica

1' di lettura
106

Contributi non versati per oltre 6,5 milioni di euro.

Finanzieri del Comando Provinciale di Roma, in collaborazione con la Direzione di Coordinamento Metropolitano dell’I.N.P.S., hanno individuato 288 lavoratori impiegati in modo irregolare presso uno stabilimento di una società di Roma, sito a Fiumicino, attiva nel commercio all’ingrosso di bevande.

Sospetti sono sorti per le favorevoli condizioni di un contratto di fornitura, con uno sconto del 25% rispetto ai prezzi di mercato. Le indagini condotte dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Fiumicino e dal Servizio di Vigilanza Ispettiva dell’I.N.P.S. hanno rivelato che le maestranze erano formalmente assunte da una società "cartiera", creata appositamente per trasferirvi gli oneri fiscali e contributivi, che forniva il personale "dipendente" a imprese bisognose per le lavorazioni.

Questo stratagemma ha comportato l'omissione del versamento di contributi previdenziali, assistenziali e assicurativi per più di 6,5 milioni di euro.

Inoltre, è stata accertata la violazione di alcune disposizioni del Contratto Collettivo Nazionale della categoria, con conseguente deterioramento delle condizioni lavorative dei dipendenti.

I legali delle due società, fornitrice e utilizzatrice dei lavoratori, sono stati denunciati per l'ipotesi di reato di somministrazione fraudolenta di manodopera; la presunzione di non colpevolezza è garantita agli indagati, in attesa di giudizio definitivo.

Questo controllo si inserisce nel più ampio sforzo della Guardia di Finanza della Capitale per contrastare il lavoro irregolare, con l'obiettivo di proteggere gli operatori legali e le fasce vulnerabili della società, nonché di salvaguardare gli interessi fiscali.


  


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite: 

Whatsapp | Telegram | Facebook | X | Mastodon 

Iscriviti ai nostri canali per ricevere le notizie in tempo reale.  

 



Questo è un articolo pubblicato il 23-04-2024 alle 08:48 sul giornale del 24 aprile 2024 - 106 letture






qrcode